Che fine ha fatto Mauro Esposito?

Mauro Esposito ai tempi del Cagliari
Mauro Esposito ai tempi del Cagliari

Esistono calciatori di provincia che avrebbero potuto spiccare il volo verso l'olimpo dei più grandi.

Alcuni di essi hanno avuto grande fama per poco tempo, ma facendo il passo più lungo della gamba hanno finito per ritrovarsi con un pugno di mosche in mano.
Ecco a voi, dallo spogliatoio al dimenticatoio Mauro Esposito, attaccante di Torre del Greco, protagonista di un pezzo di storia del Cagliari (199 presenze e 58 gol tra il 2001 e il 2007). In Sardegna, Mauro ha conquistato una promozione in serie A nel 2004, magie a fianco di Zola e 6 chiamate in Nazionale prima con Lippi, poi con Donadoni.

Cresce nel settore giovanile del Pescara, voluto da Pierpaolo Marino ed esordisce in Serie B in Reggiana-Pescara, subentrando nientepopodimenoché a Sossio Aruta, ex Cervia di Campioni e noto al pubblico di Italia1.

 

Gli anni gloriosi in Serie A

Dopo una breve parentesi all'Udinese, passa al Cagliari dove esplode, diventando il beniamino dei tifosi. La Roma decide di investire sul giocatore mettendolo sotto contratto con un triennale, ma è proprio qui l'inizio del declino.

Nella sua unica stagione in giallorosso (2007-08), solo 16 presenze, di cui 8 in campionato e 6 in Champions League, senza lasciare il segno. A fine stagione è girato in prestito prima al Chievo Verona dove accumula 27 presenze e nessun gol: dato strano per un attaccante esterno capace di realizzare 16 gol al suo primo anno di Serie A 4 anni prima!

 

Ai margini della Roma

A gennaio 2010, dopo essere finito ai margini della rosa della Roma, finisce al Grosseto, dove tornerà ritroverà i gol (4), ma non la conferma per la stagione successiva. A giugno 2010, esattamente quattro anni dopo la sua ultima presenza in nazionale contro la Croazia, la Roma gli comunicò che il suo contratto non sarebbe stato rinnovato.

 

Mauro Esposito: campione della UISP Lega Calcio Pescara nel 2013
Mauro Esposito: campione della UISP Lega Calcio Pescara nel 2013

Di nuovo a Roma... nell'Atletico Roma

Nell'estate 2010, non arriva alcuna proposta di contratto, finché a settembre 2010 l'Atletico Roma gli offre un contratto nella allora Prima Divisione.

Disputa una stagione mediocre e nemmeno da titolare, con 19 presenze e 5 gol in campionato. I colpi di scena non sono finiti, in quanto in estate 2011 l'Atletico Roma è fallita ed Esposito resta di nuovo senza squadra. Si allena per un periodo con il Teramo che tuttavia non gli fa firmare nessun contratto.

 

Esperienza in UISP

A febbraio 2013, Mauro Esposito viene ingaggiato dalla "Società Sportiva Quelli della Notte", squadra del campionato di Serie A della UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) Lega Calcio Pescara. Il 22 aprile vince il campionato della provincia di Pescara, grazie alle sue 12 reti in appena 7 partite. Il 28 maggio 2013 vince persino la Coppa Italia!
La stagione seguente si apre con la vittoria della Coppa di Lega, mentre il Campionato Provinciale si conclude col terzo posto finale. Il 9 giugno 2014 conclude la propria stagione con la conquista del Titolo Regionale.

 

Che cosa fa ora Mauro Esposito? 

Attualmente Mauro Esposito si occupa del suo brand di moda Barraca, che riscuote successo tra i suoi molti amici calciatori. Totti in primis.

 

Autore: Andrea Longoni

Scrivi commento

Commenti: 0