Perché una squadra si chiama "Dinamo", "Torpedo", "Arsenal" o "Shakhtar"?

Ci saremo chiesti almeno una volta nella vita il significato del nome di alcune squadre di calcio, in particolare di quelle dell'est europeo.

I manuali di calcio e i risultati dei turni preliminari di Europa League riportano la cronaca delle partite di squadre con nomi pittoreschi, che in realtà rappresentano uno spaccato culturale della nazione a cui questi club appartengono.

In questo articolo si risponde alle domande:

  1. Che cosa significa "Dinamo" nel nome di una squadra?
  2. Che cosa significa "Torpedo" nel nome di una squadra?
  3. Che cosa significa "Arsenal" nel nome di una squadra?
  4. Che cosa significa "Shakhtar" nel nome di una squadra?

Abbiamo risposto ad altre curiosità in questo articolo:

Simbolo della Torpedo Mosca
Simbolo della Torpedo Mosca

1. Che cosa significa "Torpedo" nel nome di una squadra?

Torpedo è una parola collegata al mondo della meccanica pesante, sia a quella bellica (torpedo significa siluro in inglese ed altre lingue), sia in quella automobilistica.

E' proprio da questo ambito che hanno origine le squadre Torpedo dell'ex URSS.

Torpedo Mosca (Russia) e Torpedo Kutaisi (Georgia) sono nate come dopolavoro per gli operai delle fabbriche automobilistiche, rispettivamente la AMO (Avtomobilnoe Moskovskoe Obščestvo) per i russi e la KAZ (K'ut'aisis saavtomobilo k'arkhana) per i georgiani.

 

La Torpedo Mosca nacque su iniziativa del sindacato automobilistica e dal 1930 divenne la squadra dopolavoro dei lavoratori della fabbrica automobilistica AMO di Mosca, con il nome di RDPK (R.D. Proletarskaja Kuznica), che in italiano si traduce come Forza Proletaria.

 

Simbolo della Dinamo Kiev
Simbolo della Dinamo Kiev

2. Che cosa significa "Dinamo" nel nome di una squadra?

Nome ricorrente nel calcio slavo e nella goliardia delle squadre locali italiani, Dinamo è probabilmente il nome più diffuso nei club dell'est europeo.

Il nome non deriva dall'omonimo apparato elettrico, bensì le squadre Dinamo sono legate alla polizia nazionale. Per questo motivo, almeno nelle loro origini, esse sono state piuttosto osteggiate dalle rivali. Le prime squadre associate alla polizia nazionale sovietica nelle città di Mosca e Tbilisi, poi il modello venne portato a Kiev, dove i calciatori erano parimenti alle altre città sovietiche dipendenti del ministero della difesa e non professionisti.

Ora le squadre dal nome Dinamo non sono più squadre dell'esercito, bensì squadre di proprietà di importanti imprenditori, similmente a quanto raccontato per i CSKA.

 

Le squadre principali con il nome Dinamo sono da ricercarsi nell'ex URSS (Dinamo Mosca, Dinamo Tbilisi, Dinamo Kiev, Dinamo Batumi Dinamo Riga) e nell'est Europa (Dinamo Zagabria, Dinamo Bucarest e Dinamo Tirana).

 

Simbolo dell'Arsenal Tula in passato
Simbolo dell'Arsenal Tula in passato

3. Che cosa significa "Arsenal" nel nome di una squadra?

In Inghilterra, l'Arsenal di Wenger ha contribuito a scrivere pagine della storia degli ultimi 20 anni del calcio ed il nome di questo club è uno dei più ricorrenti quando ci si riferisce al movimento del football oltremanica. Con questo nome ci si riferisce anche ad altre squadre oltre all'Arsenal di Londra (Regno Unito), ovvero all'Arsenal Tula (Russia) e all'Arsenal Kiev (Ucraina).

Per ragioni storiche simili, i tre club condividono lo stesso nome, poiché i club fungevano da squadra dopolavoro per gli operai delle aziende produttrici di armi, specialmente durante la seconda guerra mondiale.

 

Negli anni le squadre sono diventate di proprietà di imprenditori e nel caso del club inglese capaci di piazzarsi e vincere competizioni nazionali ed internazionali.

 

Simbolo dello Shakhtar Donetsk
Simbolo dello Shakhtar Donetsk

4. Che cosa significa "Shakhtar" nel nome di una squadra?

Con l'inizio del nuovo millennio, una squadra dell'est europeo è diventata molto nota ai tifosi: lo Shakhtar Donetsk.

Il club ha conseguito plurimi successi a livello nazionale (9 scudetti ucraini e 10 coppe nazionali) e continentale (la Coppa Uefa del 2008-2009 e semifinalista di Europa League nel 2015-2016) ed è a tutti gli effetti una delle squadre più nominate nelle cronache sportive recenti.

Le squadre più famose con questo nome sono lo Shakhtar Donetsk (Ucraina), allo Shakhtar Karagandy (Kazakhstan), il traslitterato Shakhtyor Soligorsk (Bielorussia) e ad alcune squadre dell'ex URSS ora sciolte (l'ucraina Shakhtar Sverdlovsk e la russa Shakhtar Prokopyevsk).

 

Il nome Shakhtar tradotto in italiano significa minatori ed è proprio dalle miniere del Donbass (regione del bacino del fiume Donec) in Ucraina che lo Shakhtar Donetsk ha origine. In quella regione ad alta concentrazione di lavoratori persino inglesi lavorava Aleksej Stakhanov, famoso minatore da cui deriva l'aggettivo stakanovista (lavoratore instancabile). Lo Shakhtar cambiò il proprio nome in onore del minatore, denominandosi Stakhanovets tra il 1936 ed il 1946.

Negli anni 2000', oltre alle numerose vittorie nazionali e internazionali, la squadra guidata da mister Mircea Lucescu ha saputo selezionare un grande numero di giocatori brasiliani, mettendoli in mostra nelle competizioni europee e rivendendoli a prezzo altissimo alle big europee (Douglas Costa, Willian e Luiz Adriano ne sono esempio).

 

Autore: Gianmaria Borgonovo

Scrivi commento

Commenti: 0