Perché una squadra si chiama "Lokomotiv", "CSKA" "Spartak" o "Sparta"?

Ci saremo chiesti almeno una volta nella vita il significato del nome di alcune squadre di calcio, in particolare di quelle dell'est europeo.

I manuali di calcio e i risultati dei turni preliminari di Europa League riportano la cronaca delle partite di squadre con nomi pittoreschi, che in realtà rappresentano uno spaccato culturale della nazione a cui questi club appartengono.

In questo articolo si risponde alle domande:

  1. Che cosa significa "Lokomotiv" nel nome di una squadra?
  2. Che cosa significa "CSKA" nel nome di una squadra?
  3. Che cosa significa "Spartak" nel nome di una squadra?
  4. Che cosa significa "Sparta" nel nome di una squadra?
Simbolo del Lokomotiv Mosca
Simbolo del Lokomotiv Mosca

1. Che cosa significa "Lokomotiv" nel nome di una squadra?

Nel sentire il termine Lokomotiv un appassionato di calcio non fa fatica ad associarlo alla storica società russa del Lokomotiv Mosca e a meno blasonate società ex sovietiche (Lokomotiv Kiev, Lokomotiv Minsk, Lokomotiv Charkiv, Lokomotiv Daugavpils, Lokomotiv Tashkent o Lokomotiv Tbilisi) o dell'est Europa (Lokomotiv Zagabria, Lokomotiv Sofia, Lokomotiv Plovdviv).

Nome evocativo, di facile associazione alla locomotiva italiana, ovvero alla parte anteriore del treno, che ne contiene il motore di traino.

Al tempo della fondazione dei club (anni 20' del '900), un club "Lokomotiv" prendeva il nome dalla società di ferrovieri della città, per cui la squadra di calcio (o talvolta la società polisportiva) era un dopolavoro.

 

Nel caso della Lokomotiv Mosca, il club calcistico nacque come selezione dei migliori calciatori delle associazioni di lavoratori ferroviari della rivoluzione d'ottobre, ovvero i KOR (Klub Oktiabrskoi Revolucii). La squadra è tuttora di proprietà delle Ferrovie Russe RZD (Rossiyskie Zheleznie Dorogi).

 

Simbolo del CSKA Mosca
Simbolo del CSKA Mosca

2. Che cosa significa "CSKA" nel nome di una squadra?

CSKA è un acronimo che sta per Central'nyj Sportivnyj Klub Armii, che tradotto in italiano significa Club Sportivo Centrale dell'Esercito.

Le parole che compongono questo acronimo spiegano che i club CSKA sono centrali (ovvero che la loro città di appartenenza è la capitale dello stato di riferimento), sportivi e militari, in quanto originariamente di proprietà dell'esercito sovietico (CSKA Mosca e CSKA Kiev) o bulgaro (CSKA Sofia). I "CSKA" nascono come società sportive centralizzate, afferenti agli eserciti degli stati che le controllano.

 

Nel caso del CSKA Mosca, il club nacque come rappresentativa dell'esercito russo di proprietà del Ministero della Difesa. Il club calcistico partecipò alle Olmpiadi del 1952 a Helsinki, laddove si scontrò con la rivale politica di Stalin: la Jugoslavia di Tito.

Dopo un'ora di gioco il risultato era 5-1 per gli jugoslavi, salvo poi il pareggio finale per 5-5. Poiché al tempo non erano previsti i tempi supplementari nel calcio, il match venne rigiocato due giorni dopo e finì 3-1 per la Jugoslavia. Ciò mandò su tutte le furie Stalin, che decise di sciogliere la società calcistica CSKA, nonostante il campionato sovietico fosse già iniziato da tre partite (con altrettante vittorie del CSKA). La squadra potè tuttavia ritornare a giocare l'anno successivo, complice la morte dello stesso dittatore (marzo 1953).

Dalla caduta dell'Unione Sovietica il CSKA Mosca non è più di proprietà dell'esercito russo, bensì adesso appartiene all'imprenditore Yevgeni Giner, che ha reso la squadra vincente dal 2002 in poi.

 

Simbolo dello Spartak Mosca
Simbolo dello Spartak Mosca

3. Che cosa significa "Spartak" nel nome di una squadra?

Un altro famoso prefisso delle squadre dell'Europa dell'est è Spartak. Il nome Spartak ha radici storiche e deriva dal nome dello schiavo Spartaco, che nell'Antica Roma capeggiò la rivolta degli schiavi avvenuta tra il 73 e il 71 A.C.

 

La celebre squadra che porta questo nome è lo Spartak Mosca, originariamente fondata con il nome di MKS (Moskpvskij Kruzok Sporta), in italiano Circolo Sportivo Moscovita, sponsorizzata da metà anni 20' dal sindacato alimentare Pischevik. Dal 1934 ha assunto la denominazione di Spartak, diventando la prima e più grande associazione sovietica di sport e cooperazione tra produttori, industria leggera, aviazione civile, educazione, cultura e sanità. Insomma, una società cooperativa a servizio degli operai.

Nel 1987 fu smantellata, salvo poi essere rifondata nel 1991 ed ora è di proprietà del magnate russo Leonid Arnoldovich Fedun.

 

4. Che cosa significa "Sparta" nel nome di una squadra?

Sparta e Spartak, nonostante l'assonanza, non hanno nulla a che vedere l'uno con l'altro, né un termine è la traduzione dell'altro. Non solo Spartak ha un collegamento con la storia antica, bensì anche Sparta è un nome di squadra coniato in onore degli antichi spartani.

Sparta è associato a tante società, tra cui le più famose sono lo Sparta Praga (Repubblica Ceca), Sparta Sofia (Bulgaria), Sparta Rotterdam (Paesi Bassi) e lo Sparta Kielce (Polonia).

 

La più celebre tra queste squadre è lo Sparta Praga, che inizialmente si chiamava solo Sparta e che grazie ai suoi numerosi successi nella Cecoslovacchia degli anni 30' venne gergalmente rinominata Iron Sparta. Negli anni successivi la connotazione "spartana greca" si è affievolita, ma la squadra ha ottenuto ben 24 campionati cecoslovacchi e 12 cechi, benché dai più sia conosciuta per aver formato grandi talenti del calcio moderno (Tomas Rosicky ne è esempio).

 

Autore: Gianmaria Borgonovo

Scrivi commento

Commenti: 0