L'importanza del logo per le squadre

leggi di più 0 Commenti

Supercoppa Italiana: le finali all’estero

La Supercoppa italiana edizione 2018 sarà ospitata a Gedda in Arabia Saudita. Si tratta della decima edizione del trofeo che si disputa lontano dal territorio del nostro Paese. 

La decisione di giocare l’ultimo trofeo nazionale del 2018 nel Paese arabo è stata accolta con notevoli polemiche relative alla questione dei biglietti e dei settori in cui le donne possono accedere e, in generale, alla condizione di discriminazione in cui vivono. Si tratta comunque di minime aperture del nuovo corso nel Paese del Golfo verso le donne, sicuramente anacronistiche rispetto al mondo occidentale. 

leggi di più 1 Commenti

Il Wanda Metropolitano è il miglior stadio del mondo

Il Wanda Metropolitano, l’impianto che ospita le gare casalinghe dell’Atletico Madrid, è stato recentemente nominato come “miglior stadio al mondo” durante il World Football Summit 2018.

Ha preceduto, infatti, il Mercedes Benz Stadium di Atlanta, sede delle partite casalinghe dei Falcons in NFL e dell’Atlanta United in MLS, e il CenturyLink Field di Seattle, impianto dei Seahawks in NFL e dei Sounders in MLS.

leggi di più 0 Commenti

Che fine ha fatto Mourad Meghni

I calciatori solitamente vengono divisi in categorie molto particolari. E’ il turno dei giocatori che devono vivere e affrontare la loro carriera paragonati ad altri colleghi, necessariamente vecchie glorie. Personaggi il cui tocco di palla, visione di gioco, senso della posizione o qualsiasi altra peculiarità balistica, anziché lanciarli verso i grandi palcoscenici, molto spesso finiscono per collocarli sempre più ai margini del calcio che conta.

Questo perché non supportati da una personalità tale da riuscire a convivere con paragoni sempre più fantasiosi o quantomeno prematuri

Aggiungiamo anche il fatto che il protagonista di oggi ha una solidità fisica seconda solo ai vari Cristiano Zanetti e Simone Pepe dei bei tempi e il gioco è fatto.

leggi di più 0 Commenti

Christmas Match 2018: le maglie di Atalanta e Cagliari

Nel primo Boxing Day calcistico all’italiana Atalanta e Cagliari sono scese in campo con una maglia dedicata al Natale

Per gli Orobici si tratta ormai di un appuntamento fisso, il nono per la precisione visto che hanno celebrato il primo Christmas Match nel 2010.

La Dea questa volta ha deciso di utilizzare la terza maglia personalizzata con lo skyline di Bergamo e un albero di Natale stilizzato sul fronte. Sulla manica, invece, c’era la scritta “Christmas Match, Atalanta vs Juventus, 26 Dicembre 2018”.

Come vuole la tradizione della "Partita di Natale", la maglia indossata dalla squadra atalantina viene realizzata ad hoc per l'occasione e messa all'asta. Tutto il ricavato viene devoluto al Fondo Atalanta aperto dalla società presso la Fondazione della Comunità Bergamasca Onlus e dedicato ad opere di beneficenza sul territorio. 

E per il nono anno consecutivo si è rinnova la partnership con Bergamo TV: è infatti la principale emittente bergamasca ad organizzare l'asta benefica che assegna ognuna delle maglie dei giocatori della rosa nerazzurra alla disputa del match a disposizione per l'edizione 2018 dell'iniziativa. 

Anche per la maglia del "Christmas Match" 2018 è stata realizzata una Limited Edition a disposizione degli sportivi interessati all'Atalanta Store.

leggi di più 0 Commenti

Il Cacciatore di Stadi

Il cacciatore di stadi è un inno alla passione per il calcio. Che non è solo la passione di quello che accade all'interno del terreno di gioco nei 90 minuti della partita. E' la passione che porta a scoprire nuove realtà, anche le più sconosciute. Perché girare gli stadi è un modo per arricchire la propria cultura

 

La prefazione di Maurizio Compagnoni, stimato giornalista e telecronista Sky, coglie in pieno lo spirito con cui è stato scritto il libro "Il Cacciatore di Stadi" di Federico Roccio.

Un'opera, come precisa sempre lo stesso autore, che non vuole di certo essere un manuale sulle teorie del calcio o sulla fenomenologia del tifo ultras, ma uno stimolo a cercare sempre la bellezza nella vita e a coltivare le proprie passioni. 

Di seguito ecco una breve intervista al primatista italiano del "Groundhopping".

Cosa è? Un attimo di pazienza.

leggi di più 0 Commenti

Ferrero conoscitore d'arte!

leggi di più 0 Commenti

Mourinho, Monaco e Lo Monaco

leggi di più 0 Commenti

Trenta giornate

Trenta Giornate di Antonio Segna - Imprimatur Editore
Trenta Giornate di Antonio Segna - Imprimatur Editore

Tutti abbiamo giocato il nostro personale campionato, le nostre trenta giornate. Chi con successo, chi con fatica: e continuiamo a giocarle, sperando di chiudere in bellezza.

 

Con queste parole presentiamo il romanzo calcistico "Trenta giornate" di Antonio Segna, scrittore esordiente, ma con una grande esperienza nei campi calcistici del Veneto anni '80 e '90.

Il libro è narrato in prima persona e tratta le vicende dell'autore, libero della Virtus, squadra veneta che a fine anni ottanta aveva raggiunto la sua prima ed indimenticabile promozione nel campionato di Prima Categoria veneta.

Le vicende della squadra sono esposte con una buona dose di ironia e raccontano uno spaccato di vita del Veneto, che si preparava ad entrare negli anni 90' del secolo appena trascorso.

Un libro piacevole e pieno di aneddoti, che rendono la sua lettura gradevole e consentono al lettore di vivere la grinta, il sudore e le vicende relative alla squadra durante le 30 giornate del campionato.

Nella seconda parte dell'articolo è presentato il contenuto dell'intervista che la Redazione di Calcio e Dintorni ha realizzato con Antonio Segna, che ringraziamo per la sua disponibilità.

 

leggi di più 0 Commenti

Balotelli: futuro al Monza?

Mario Balotelli, centravanti della nazionale italiana
Mario Balotelli, centravanti della nazionale italiana

La data del 14 ottobre 2018 sarà ricordata dai tifosi del Monza Calcio come il giorno della prima apparizione di Silvio Berlusconi e Adriano Galliani allo stadio Brianteo, in qualità di patron e Amministratore Delegato della squadra brianzola.

La redazione di Calcio e Dintorni era presente alla partita e dalla tribuna ha potuto assistere nel migliore dei modi ad un match di buon agonismo tra Monza e Triestina, squadre amiche che hanno rinnovato il proprio gemellaggio all'inizio del match.

La partita ha visto un epilogo amaro per i padroni di casa, passati in vantaggio con il gol di Stefano Negro e rimontati sul finire del match dal rigore di Pablo Granoche, per un 1-1 finale che lascia non pochi rimpianti ai padroni di casa, che hanno sprecato un paio di buone occasioni da gol.

leggi di più 0 Commenti